Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di Confcontribuenti (Sez.Piemonte) e UpL
Post recenti

TORINO CAPITALE DELL'AUTO: Al via il SALONE PARCO DEL VALENTINO!

10 Giugno 2015 , Scritto da Galgano PALAFERRI Con tag #TORINO

TORINO CAPITALE DELL'AUTO: Al via il SALONE PARCO DEL VALENTINO!
TORINO CAPITALE DELL'AUTO: Al via il SALONE PARCO DEL VALENTINO!
TORINO CAPITALE DELL'AUTO: Al via il SALONE PARCO DEL VALENTINO!
FINALMENTE SI PARTE!
- 25 Case automobilistiche partecipanti al Salone dell'auto al'aperto;
- 11 Carrozzieri e Centri Stile che esporranno al Salone dell'auto all'aperto;
- 93 vetture esposte in pedana lungo i viali del Parco del Valentino;
- 200 automobili di collezionisti iscritte al Gran Premio Parco Valentino guidate anche da personaggi noti del mondo dello spettacolo, dello sport, dell'industria;
- 2 Anteprime mondiali (Mole di Up Design e Super Sportiva di Torino Design);
- 1 Anteprima nazionale (McLaren 570S);
- 19 locali di via Baretti dedicati completamente al Salone Off Parco Valentino.
Questi i numeri che caratterizzano il SALONE PACO DEL VALENTINO, al via da Domani Giovedì e fino a Domenica, nella Città di Torino, che con questo evento Annuale, torna, finalmente, CAPITALE DELL'AUTO.

SALONE A CIELO APERTO

Dall'11 al 14 giugno, lungo l'antico tracciato del leggendario Gran Premio del Valentino che si corse dal 1935 al 1955, l'auto torna protagonista in una kermesse di grande fascino. Una formula espositiva innovativa ed elegante per i modelli di punta e le concept car di 25 Case automobilistiche e 10 tra Carrozzieri e Centri Stile, l'ingresso gratuito e l'orario prolungato riavvicineranno il pubblico al mondo delle quattro ruote. Un evento capace di unire le passioni e di coinvolgere tutti, grazie anche ad aree street food, merchandising e intrattenimento per ogni pubblico.

CASE AUTOMOBILISTICHE

25 i Brand che esporranno su delle pedane illuminate i loro modelli al Salone: Abarth, Alfa Romeo, Audi, Bentley, Bmw, Ferrari, Fiat, Jaguar, Jeep, Kia, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Lexus, Lotus, Maserati, McLaren, Mercedes, Porsche, Pagani, Subaru, Suzuki, Tesla, Toyota e Volkswagen. Mappa espositori

CARROZZIERI E CENTRI STILE

Parco Valentino riserva un’area dedicata a Carrozzieri e Centri Stile: le più importanti firme del design, coloro che dettano le regole del car style mondiale, saranno presenti. Centro Stile Ferrari, Fioravanti, I.DE.A Institute, IED Torino, Italdesign Giugiaro, Pininfarina, Spada, Studiotorino, Torino Design e UP Design. Lo sviluppo ingegneristico d’avanguardia sarà rappresentato dal Politecnico di Torino e da B-Tron. Due anteprime mondiali: Umberto Palermo presenterà Mole, costruzione artigianale in serie modello 001 firmato UP Design per la prima volta in moto in occasione del Gran Premio di domenica 14 giugno; una Super Sport con motore a 12 cilindri, 800 cv e telaio in fibra di carbonio, sarà svelata da Roberto Piatti di Torino Design.

MOTORSPORT

In occasione di Torino Capitale Europea dello Sport 2015 Parco Valentino celebra gli sport automobilistici con un’esposizione dedicata al MotorSport con le auto da corsa di tutti i tempi, pezzi unici in esposizione. E un box speciale sarà dedicato alla Lancia D-50 che nei viali del Parco ha trionfato in diverse edizioni del Gran Premio del Valentino.

GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

LA PASSERELLA DELLO SPORT E DELL’AUTOMOBILE

Domenica 14 giugno sarà il momento del Gran Premio Parco Valentino, la parata celebrativa aperta ai collezionisti privati per la quale si accenderanno i riflettori sulle automobili.

GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

Le auto più rappresentative della produzione delle Case automobilistiche sfileranno per le eleganti vie del centro cittadino, in un percorso di 15 chilometri che partirà alle 10 dal Parco del Valentino fino a giungere ai Giardini della Reggia di Venaria, passando per via Roma, piazza San Carlo e piazza Castello. Insieme alle auto di serie più importanti di sempre percorreranno Torino, come omaggio a Torino Capitale Europea dello Sport 2015, anche le vetture da competizione, tra cui la leggendaria Lancia D-50 che, guidata da Ascari, il 27 marzo 1955 vinse l’ultimo Gran Premio del Valentino di Formula 1.

CARROZZIERI IN PASSERELLA

All’interno del programma del Gran Premio Parco Valentino si sono inseriti eventi unici nel loro genere dei quali sono i Carrozzieri i grandi protagonisti, portando quindi alla ribalta il know how del Design conosciuto a livello internazionale. Sfileranno al Tributo Pininfarina, organizzato per celebrare gli 85 anni di attività dell’azienda cambianese, automobili e collezionisti provenienti da ogni parte del mondo, dando vita a un evento senza precedenti nel suo genere. Anche le vetture uscite dalla creatività Giugiaro e Touring Superleggera parteciperanno alla parata celebrativa di domenica 14 giugno, dando vita ai rispettivi Tributi e arricchendo il già nutrito programma del Gran Premio.

orario passaggi

10.00Apertura sfilata con Lancia D-50, vincitrice dell’ultimo
Gran Premio del Valentino tenutosi nel 1955.
A seguire sfileranno le auto da competizione presenti
nell'area Motorsport di PARCO VALENTINO

1° GRUPPO

10.30LANCIA , FIAT , ABARTH , JEEP , ALFA ROMEO

2° GRUPPO

10.50FERRARI , MASERATI

3° GRUPPO

11.00PININFARINA

4° GRUPPO

11:15LAMBORGHINI , GIUGIARO , TOURING SUPERLEGGERA , SUZUKI , JAGUAR , SUBARU , FORD , ALTRI MARCHI

5° GRUPPO

11:40PORSCHE

6° GRUPPO

11:55MERCEDES-BENZ

12:00PAGANI

 

 

 

TORINO CAPITALE DELL'AUTO: Al via il SALONE PARCO DEL VALENTINO!
TORINO CAPITALE DELL'AUTO: Al via il SALONE PARCO DEL VALENTINO!
TORINO CAPITALE DELL'AUTO: Al via il SALONE PARCO DEL VALENTINO!
Mostra altro

SALVINI: LE SOLITE SPARATE. E parlare di cose serie?

4 Giugno 2015 , Scritto da Unione per le Libertà Con tag #Politica, #ITALIA

Boom di ordinativi per la maglietta di Salvini "RUSPE IN AZIONE" .
Evvai, gli italiani si son bevuta anche questa. O pensate veramente di sloggiare i Rom indossando una maglietta?
SALVINI, se davvero hai il FEGATO e non fai anche tu a chi la spara più grossa, sali davvero su una RUSPA e USALA.
O TACI PER SEMPRE!

Mostra altro

I REPUBBLICANI: e se fosse la volta buona?

4 Giugno 2015 , Scritto da Unione per le Libertà Con tag #Politica, #ITALIA

Finalmente ci siamo, fin almente si parte. Sì, ma per dove?

Con I REPUBBLICANI, prima riunione qualche giorno fa a MILANO, al via un nuovo tentativo per RIUNIRE la galassia di Movimenti/Partiti/Associazioni di Centro-Destra, in un unio Contenitore, di tipo Federale o confederale, per provare a tornare a vincere. 

Del resto questa è l'unica strada percorribile, visto anche la recente legge elettorale, che non condividiamo affato, per evitare di tenerci RENZI e i suoi da quì all'eternità. 

Ricordo la legge, per i più distratti, che prevede il premio di Maggioranza a beneficio non della Coalizione vincente, ma del partito che prende più voti.

Ciò detto e chiarito, che siamo sulla strada giusta, v'è anche da dire che non tutto de I REPUBBLICANI ci convince appieno.

E prima di andare a sbattere, da subito, proviamo a ragionare su quello che, a nostro avviso, non va. . 

Si era parlato di una riunione organizzati aperta a tutti, per costruire il "Contenitore" dal basso, partendo dalla Società civile, dalle Associazioni. 

Invece arrivati a Milano, ci siamo trovati con interventi già previsti, da parte di politici delle diverse forze politiche più o meno di cdx ( gli esponenti di Alfano, x me, fino a quando stanno con Renzi, inutile che vengano anche da noi, con tutto il rispetto di posizioni personali, ma si decidano....), politici, dicevo, per di più di terza o quarto livello, che contano poco o nulla, quasi che fossero lì x aumentare il loro peso/visibilità.

E' mancato quell'entusiasmo in un SOGNO che non c'era, che non si è visto, a differenza di altre iniziative analoghe, dalla nascita di Forza Italia, nel '94, prime convenzioni dei Club, alla nascita dei Circoli della Libertà della Brambilla, con entusiasmo davvero a mille. Quella di ieri a me è sembrata più una riunione in stile ROTARY....

E poi le centinaia di sigle di Movimenti e Associazioni di Centro-Destra, attive nel loro piccolo, nei loro rispettivi territori, che fine hanno fatto? Assenti per scelta o pechè non invitati?
E lo statuto, e il Programma da scrivere assieme, che fine anno fatto?

Mi sarei immaginato tavoli di lavoro, per incominciare a delineare e questo e quello. Invece nulla di ciò.....!
Bellissimo il GOSPELL: ma con l'Italia, che c'entra? Van bene I REPUBBLICANI, ma siamo in Italia, non negli USA.

E ancora, nel Manifesto, leggo "Conservatori nei valori, liberisti in economia". Ok, va bene, io mi sento, assieme agli amici dell'Unione per le Libertà, piccola Federazione di Movimenti e Associazioni di centro-destra, fondata nel 1996, all'epoca della rottura Lega Nord/Forza Italia proprio per rimettere assieme le Forze di Centro-Destra, un po' come vorrebbero fare I REPUBBLICANI, oggi, io, noi ci sentiamo, dicevo, Liberali in Politica, Liberisti in Economia, Libertari nel privato. Conservatore, come principio lo ritengo più "ristretto" che l'essere Liberale.
Poi che di tale termine, LIBERALE, in Italia si sia abusato, beh, ok, ma non è colpa mia se anche Renzi dice di esserlo, senza per questo necessariamente esserlo per davvero. NOI LO SIAMO, FINO IN FONDO. E ci piacerebbe che anche I REPUBBLICANI lo fossero, almeno un po'. 

Per ora penso che possa bastare. Perdonate la franchezza, e comunque, AVANTI SAVOIA, (dimenticavo, sono pure MONARCHICO, sorry)!

Detto ciò, mettiamoci al lavoro, seriamente, con chi ci stà. Fra un anno mi sa che si voti, anche per le politiche. Mettiamoci in marcia, che di tempo ne abbiamo già perso anche troppo!

Mostra altro

LIBERTA' X I MARO'

27 Febbraio 2015 , Scritto da UP Con tag #Politica

CONFERENZA SUI MARO'
CONFERENZA SUI MARO'

CONFERENZA A NOVARA PROMOSSA DAL PPE.

Relatore d'eccezione: l'On. LARA COMI

​Sabato 28 Novembre a Novara i Partiti che aderiscono al Gruppo dei Popolari Europei, organizzano una Conferenza per Ricordare e sensibilizzare la cittadinanza sul Dramma dei Marò.

​Tutte le info: http: // https: //www.facebook.com/events/1576520672594941

#LIBERTA_x_I_MARO 'e #RenziaCasaORA!
Support By:
# UpL_UnionePerLeLibertà
#PresidioLiberaleLuigiEINAUDI_Torino
www.rivoltalitalia.it

Mostra altro

CON ANTONIO MARTINO PER LA RIVOLUZIONE LIBERALE

30 Gennaio 2015 , Scritto da UpL Con tag #Politica

CON ANTONIO MARTINO PER LA RIVOLUZIONE LIBERALE

PASSAPAROLA,
finchè sei in tempo Ancora, domani potrebbe Già Essere Tardi!
manda una mail al Tuo Parlamentare di Riferimento. ! ORA
Da: # UnionePerLeLibertà
upl@hotmail.it
#PresidioLiberaleLuigiEINAUDI_Torino_Piemonte_Italia

Mostra altro

AVANTI ADAGIO, PRATICAMENTE INDIETRO. FINE DI UN SOGNO?

30 Gennaio 2015 , Scritto da UpL Con tag #Politica

QUIRINALE: INIZIATA LA MARATONA PER IL NUOVO PRESIDENTE.

Colpo a RENZI che sorpresa di, spiazzando Berlusconi e il CDX candida MATTARELLA, uomo da sempre di Sinistra, la Sinistra morotea, la Sinistra democristiana, esponente della Margherita, attuale Giudice della Suprema Corte, Uno Che BERLUSCONI lo ha sempre detestato.

Tramontata la possibilita per il centrodestra di Portare al Quirinale l'uomo Più illustre e Più Stimato all'Estero, il LIBERALE Antonio MARTINO, Berlusconi inspiegabilmente DOPO averlo candidato ha optato per lontano votare i Suoi scheda bianca, con Lega e Fratelli d'Italia a FELTRI votare, ci si Avvia Nella giornata di Sabato ad eleggere, Sorprese Salvo, e speriamo davvero che ce ne Siano, MATTARELLA al Colle Più alto della Repubblica.

M A E oma in corso ONU Sit-In a Sostegno Di Martino, Organizzato da RETE LIBERAL con l'ADESIONE convinta dell'UpL_Unione per le Libertà, segnalo Uno splendido articolo, Una Analisi spietata del Centro-Destra in Italia, raffrontato con Quello USA , su NotaPolitica.it.

Il Titolo :. QUEI LIBERALI SENZA FUTURO, dadi Già tutto. http://notapolitica.it/2012/10/15/quei-liberali-senza-futuro/#comment-49123 Ma non molliamo .... la lotta continua, perchè la #RivoluzioneLiberale , anche Nel Nostro Paese, malgrado tutto e tutti, E possibile Ancora; Perchè la #RivoluzioneLiberale Dipende Anche da Te. Basta Crederci, Lottare, Combattere. ! ORA La trovo Semplicemente perfetta! http://notapolitica.it/2012/10/15/quei-liberali-senza-futuro/#comment-49123 : /: /: "Noi liberali siamo: Conservatori, Quando si Tratta di difendere Già libertà acquisite, Radicali, Quando si Tratta Di Conquistare Spazi di libertà negati Ancora, reazionari, per Recuperare libertà Che Sono andate smarrite, rivoluzionari, Quando la conquista della libertà non Lascia spazio ad altrettante alternative; Progressisti, sempre, senza Perché non c ' E libertà progresso ". FORZA ANTONIO MARTINO, NOSTRO UNICO candidato LIBERALE AL COLLE PIU 'ALTO! Solo lui PUÒ ricompattare il Centro-Destra e Rappresentare degnamente Tutti Coloro (Liberali e Moderati in primis), Che in Italia non si riconoscono Nelle sinistre, in questo centro-Sinistra, Nei cattocomunisti e in chi ci ha Portato alla sfascio in cui siamo. Basta "Sinistri" al Governo, basta "Sinistri" al Colle. Non molliamo, ne Ora ne mai! # BastaPittibimboRenziPinocchioROTTAMATI! VOGLIAMO # AntonioMartinoAlQuirinale! 2015 / 28/02 Roma Manifestazione Nazionale per Mandare a Casa Matteo RENZI.
 


TotalSupport:

UpL_UnionePerLeLibertà

PresidioLiberaleLuigiEINAUDI

.rivoltalitalia.it


 

Mostra altro

Art and Tv: si debutta!

12 Novembre 2014

Art and Tv: si debutta!
Mostra altro

CENTRO-DESTRA: Prove di Allenaza, prove di #RivoluzioneLiberale.

26 Luglio 2014 , Scritto da UpL Con tag #ITALIA

Ecco la lettera che Silvio BERLUSCONI ha inviato ieri ai leaders dei Partiti di Centro-Destra.
È il primo passo per riunificare quell'area politica alternativa alla sinistra, reduce da divisioni e personalismi.
Un buon inizio per ri-partire, dimenticando divisioni e presonalismi ed esdaltando le cose che ci uniscono, per far ripartire, finalmente, la ‪#‎RivoluzioneLiberale‬.
Dopo il redcente Appello di Giuseppe MOLES, che vede quale  co-firmatario Antonio MARTINO, in www.rivoltiamolitalia.it, cui questo BLOG e l'Unione per le Libertà (attraverso il suo coordinatore nazionale Galgano PALAFERRI)hanno aderito convintamente, un'altro tassello importantissimo per la vittoria del Centro-Destra, che solo unito e coeso potrà tornare a vincere.
La speranza è che sia, per davvero, la volta buona.
Nell'interesse dell'Italia, degli italiani, in coloro che credono nei Principi Liberali, nell'Individuo, nelle Libertà (di Fede, di Parola, dal Bisogno, dalla Paura, dallo Stato).
Buona lettura (della LETTERA di Silvio BERLUSCONI), e buona Firma (dell'APPELLO MOLES-MARTINO).
:::::::::::::::::::

Cari amici,

una semplice lettura dei più recenti risultati elettorali è sufficiente per cogliere un dato di assoluta evidenza: in Italia centrodestra e centrosinistra sono competitivi, e quindi è possibile un bipolarismo maturo, di tipo europeo, solo se il centrodestra è capace di darsi un assetto unitario.

Per questo, come leader della forza più votata del centrodestra, sento fortemente la responsabilità di proporvi una riflessione sul tema dell'unità politica intorno ai valori che ci accomunano.

L'evidenza dei numeri è un presupposto logico, ma naturalmente non è una ragione sufficiente.

Guai anzi se pensassimo a riprendere la strada delle sommatorie numeriche, utili solo a sconfiggere l'avversario: uno strumento che spesso la sinistra ha utilizzato con i risultati che sappiamo, ma un errore che anche noi, per quanto in misura minore, abbiamo forse commesso in passato.

Questa è, probabilmente, la ragione principale del fatto che - pur avendo realizzato tante cose importanti insieme - non siamo riusciti a compiere fino in fondo quel percorso riformatore che il Paese si aspettava da noi.

Negli ultimi anni il cammino politico del centrodestra in Italia ha visto prevalere le tendenze centrifughe. Non è questa la sede per approfondirne le ragioni, ma credo di non sbagliarmi asserendo che siano state ragioni di metodo più che di merito. Non è venuta meno cioè la condivisione di valori fondanti, in nome della quale dal 1994 al 2006 abbiamo compiuto insieme un percorso importante, sia al governo che all'opposizione.

Naturalmente oggi non si tratta di tornare al passato: la situazione è profondamente mutata, diverse e più pressanti sono le attese degli elettori, è cambiata l'offerta politica per effetto della nascita di un fenomeno distruttivo come Grillo, ma anche e soprattutto in conseguenza della diversa caratterizzazione che Renzi ha dato al maggior partito della sinistra italiana.

Una caratterizzazione più moderna e dinamica nello stile e nel linguaggio, e quindi più in sintonia con le emozioni del Paese, ma non per questo più compatibile in prospettiva futura con la visione dell'uomo, della società e della politica che il centrodestra nel suo insieme rappresenta.

Io credo che la nostra sia un'area politica tuttora maggioritaria nel Paese, una buona parte della quale si è rifugiata nell'astensione.

Le ragioni della disaffezione di una parte significativa dell'elettorato di centrodestra sono complesse, ma una delle principali è certamente la nostra divisione, l'esasperazione dei particolarismi, le scelte di convenienza e la sensazione di debolezza e di confusione che ne deriva.

Per questo mi rivolgo a Voi tutti: credo che abbiamo una responsabilità comune nei confronti dell'Italia che rappresentiamo.

Sono convinto che sia giunto il momento di riprendere, per gradi e nel rispetto delle storie di ciascuno, la strada per costruire non un cartello elettorale, che non servirebbe a nulla, ma una piattaforma politica comune in vista delle prossime scadenze elettorali.

So benissimo che fra noi ci sono delle differenze, anche significative, di linguaggio, di metodo e di contenuti. È naturale che sia così: non siamo lo stesso partito e non immaginiamo di diventarlo.

Tuttavia queste differenze non escludono un minimo comun denominatore, che è il nostro tratto distintivo rispetto alla sinistra: la centralità della persona, dell'uomo, del cittadino rispetto allo Stato, la richiesta pressante di uno Stato più leggero e quindi anche più efficiente, che imponga meno tasse e meno burocrazia e garantisca più libertà.

Non è poco, è ciò su cui nelle grandi democrazie si distinguono destra e sinistra. Tutto il resto, contenuti specifici, linguaggi, insediamenti elettorali, è importante ma viene dopo.

E ancora dopo vengono le questioni di leadership, di candidature, di liste o di organigrammi. Questo è il punto d'arrivo, non quello di partenza, di un percorso lungo e graduale, che abbiamo il dovere di intraprendere.

Gli italiani, d'altronde, non vogliono formule, vogliono sentirsi dire, in modo pragmatico e credibile, cosa vogliamo fare, quando, come e con chi. Per questo vi rivolgo un appello: su questi temi possiamo ricominciare a lavorare insieme, perché sono temi che appartengono a noi e sui quali la sinistra ha risposte molto diverse dalle nostre. Ricominciare senza rivendicare primogeniture, non da un accordo fra vertici di partiti, ma dal basso, dal territorio, fra la gente.

Credo che la maggioranza degli italiani sarà pronta ad ascoltarci e a partecipare, se sapremo essere credibili.

Con amicizia.

Silvio BERLUSCONI
Mostra altro

25.5.2014: APPELLO AL VOTO.

24 Maggio 2014 , Scritto da Galgano PALAFERRI Con tag #ITALIA

APPELLO AL VOTO, PER L'ITALIA LIBERA, MELLA LIBERA EUROPA.
PERCHE' NON VOTARE GRILLO E M5S.

 
Di: Galgano PALAFERRI

 Grillo e Casaleggio hanno di fatto, nel silenzio di tutti o quasi, elaborato una ideologia secondo la quale sono inutili i partiti, le elezioni e, di conseguenza, persino il governo, xchè tramite il web, gli uomini potranno autogovernarsi stando davanti al pc. E anche le fabbriche diverranno superflue in quanto tutti i manufatti verranno semplicemente stampati dal pc. Ma non basta. Il loro programma, sulla falsariga della Rivoluzione Francese, prevede che una volta al Governo tutta la classe politica e gli intellettuali , venga spazzata via (ai tempi di Robespierre gli aristocratici, nemici del popolo, sotto le dittature comuniste ai capitalisti, sotto Hitler uguale destino riservato agli ebrei!). Semplicemente aberrante e pericoloso. E quindi, o tu, che in buona fede vuoi votare Grillo, pensaci 10 volte, conta fino a 1000, prima di farlo, e poi non farlo! Mi raccomando, ne va del nostro futuro e della nostra LIBERTA'.
vota per chi in Italia e in Europa difende la tua Libertà.
Fai la scelta giusta, il Futuro appartieni a Noi.

Mostra altro

25 MAGGIO 2014 dalle ore 7 alle 23, si VOTA per il CAMBIAMENTO!

24 Maggio 2014 , Scritto da UPL Con tag #ITALIA

DOMENICA 25.MAGGIO.2014
dalle ore 7 alle ore 23
si Vota, tutti al VOTO, mi raccomando!


Si VOTA....


1. per il Parlamento Europeo:
VOTA: Fabrizio BERTOT, (Collegio Nord-Ovest) Simone FURLAN (Nord-Est) Paolo GUZZANTI (  Centro),


2. per la Regione Piemonte:
a. per il Consiglio Regionale VOTA: Carlo GIACOMETTO (Torino e Provincia), DIEGO SOZZANI (Novara e Provincia)
b. per la Presidenza della Regione VOTA: Gilberto PICHETTO,


3. per il Comune di Rivoli VOTA: Ivan FORLANI e Rossana LOMBARDI,


4. per il Comune di Settimo Torinese VOTA: Alain BALLOTTI.

Fai la scelta giusta, non lasciare che altri decidano per te,
Vota perDifendere la Democrazia, la nostra Sovranità, la Libertà!


#RivoluzioneLiberaleORA!
By: UpL_UnionePerLeLibertà.
4 contact e info:
340.6703498
upl@hotmail.it
galgano.palaferri@gmail.com

Mostra altro
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 20 30 > >>