Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di Confcontribuenti (Sez.Piemonte) e UpL

A VENEZIA, MANIFESTAZIONE NAZIONALE ANTI-IMU E ANTI MONTI.

11 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ITALIA

Il 16 giugno i Tea Party con UpL e altre Associazione e Movimenti a Venezia contro Imu e fisco oppressore
scritto da daw

Il Tea Party, il movimento che  combatte contro l’eccessiva tassazione e per promuovere la libertà di mercato, ha organizzato per sabato 16 giugno la seconda manifestazione nazionale che sarà dedicata all’IMU (ma non solo). Aderiscono alla Manifestazione Nazionale, l'Unione per le Libertà, ConfContribuenti Piemonte, il Presidio Liberale Città di Torino Luigi EINAUDI, Risorgimento Liberale_Liberali nel PdL,  altri Movimenti e Associazioni,  unite dal minimo comune denominatore dell'avvversione a questo Stato oppressivo, al Fisco semopre più tiranno e dissipatore di altrui ricchezze, il frutto del lavoro quotidiano di imprenditori, partite Iva, lavoratori.

Si terrà a Venezia, in campo S. Geremia (500 mt a sinistra del Piazzale della Stazione Centrale), in una data simbolo: il 16 giugno è infatti il termine di pagamento della prima rata dell’Imu.

In un momento nel quale la pressione fiscale è alle stelle, e sembra non esistere altra ricetta che la continua tassazione, i ragazzi e le ragazze del Tea Party rappresentano l’unica speranza per ascoltare qualcosa di autenticamente liberale.

Spiega Carlo Lottieri:

L’incontro veneziano del Tea Party (No Imu Day) punta a fare affluire nel capoluogo veneto il maggior numero di persone disposte a manifestare, tanto pacificamente quanto convintamente, contro il problema cruciale della nostra società: il peso insopportabile dello Stato e, in particolare, il carattere oppressivo della pressione fiscale.

 La scelta del Veneto non deve essere stata casuale, se si considera che questa è l’area in cui più alto è il numero delle imprese che chiudono i battenti, degli imprenditori che si suicidano, delle aziende che si trasferiscono fuori dai confini (in Carinzia, ad esempio).

Il punto di raccolta dei manifestanti sarà – sabato 16 giugno, alle ore 14.30 – lo spazio del Campo San Geremia e la speranza degli organizzatori è che lì possa affluire un gran numero di persone determinate a protestare contro una politica, che ormai dura da decenni, volta sempre e solo a penalizzare la parte produttiva e a premiare quanti vivono di Stato e prebende pubbliche.

È chiara anche l’intenzione di porre al centro del dibattito politico di un Paese allo sbando – dove il primo partito è quello del “non voto” e la novità del giorno quell’altra versione del “non voto” che va sotto il nome di Beppe Grillo – i temi della libertà individuale, della lotta al fiscalismo, della tutela dei diritti dei singoli.
C’è molto fermento – nella rete e fuori di essa – da parte di quanti in questi ultimi due anni hanno animato la versione italiana del Tea Party…”

Più Tea Party, meno Stato: noi ci mettiamo subito la firma.

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post