Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di Confcontribuenti (Sez.Piemonte) e UpL

APPELLO SIOE

31 Luglio 2011 , Scritto da Confcontribuenti Piemonte Con tag #ITALIA

RIVEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO. GRADTI I VS.COMMENTI.

...................................

 

APPELLO di RESISTENZA e OPPOSIZIONE
alla
ISLAMIZZAZIONE FORZATA d’ ITALlA

 

Anche in Italia si vanno diffondendo contatti informativi tra liberi cittadini giustamente preoccupati e spesso indignati per situazioni critiche derivanti dalla presenza crescente di persone, per lo più provenienti da altri Paesi, che nella loro scala di valori antepongono pregiudizialmente la loro religione alle prescritte Norme civili evidentemente prioritarie in una Società libera e moderna come la nostra.

 

La polemica politica non ci interessa; noi dobbiamo difendere i principi che sappiamo giusti:

libertà, eguaglianza di diritto, stato laico, democrazia, indipendenza nazionale, progresso, rispetto della vita e del genere umano nel suo insieme di uomini, donne, giovani, vecchi.

 

Poi, ciascuno di noi nel proprio ambito locale potrà sostenere la propria specifica idea politica. Pur con le rispettive differenze, ora dobbiamo comprendere quale è la nostra priorità comune e pertanto difendere i nostri inalienabili principi, respingendo fermamente le suggestioni relativiste create da traditori che cercano di indurre sensi di colpa nei leali sostenitori della Civiltà Occidentale. Solo così saremo una forza ferma e diffusa a difesa della nostra CIVILTÀ, non pochi sparuti gruppetti di idealisti illusi dispersi in una Europa declinante, nella quale già marciano affiancati per conquistare fraudolentemente il potere i degenerati comunisti locali e i barbari integralisti islamici di importazione.

 

Non abbiamo percorso secoli di lavoro, fatiche, confronti, lotte, sofferenze, con esiti -dopo tutto- di progresso etico, civile e sociale mai eguagliati nella Storia, per accettare di vedere domani morire la Libertà nella nostra terra dove essa è nata, a causa della degenerazione di pochi nostri concittadini e della aggressione di stranieri non molto più numerosi e malintenzionati di loro.

 

Il Nostro Presente e il nostro Futuro devono restare nelle Nostre mani, non permetteremo ad alcuno di minacciarne o di ostacolarne il positivo progredire.

Pur essendo ovvio che in Italia si è - e si deve essere - innanzitutto Soggetti con doveri e diritti esclusivamente in base alla Costituzione, al Codice Civile e al Codice Penale, e poi alle varie Leggi, accade, da parte di certe persone o gruppi, che si rivendichino in nome, anzi col pretesto, della libertà religiosa, diritti e discriminazioni incompatibili col nostro Ordinamento, e -cosa ancor più grave e inaccettabile- accade che coloro trovino talvolta illecitamente soddisfatte le loro pretese presso talune Autorità nostrane di vario rango.

 

Lungi dal promuovere la "integrazione" oltre a creare serissimi problemi pratici e inaccettabili discriminazioni pubbliche, questi temi sono vere e proprie "bombe a orologeria" sociali e, se male risolti, creano solo "disintegrazione" : non reagire con la massima severità oggi contro certe illegittime pretese e/o abusi (e non contrastare con altrettanta o maggiore durezza certe nostre Autorità che li tollerano o incoraggiano), può causare domani degenerazioni praticamente irreversibili con esiti disastrosi sulla nostra Società e sulla nostra libertà.

 

Desideriamo segnalarVi alcuni argomenti e aspetti correlati alla pratica di certe religioni, che, solo apparentemente secondari, implicano invece pesanti conseguenze nella nostra normale vita sociale, e sopratutto, sono di fatto sempre in contrasto con le nostre Leggi civili e penali.

 

=la pretesa dell'uso riservato / separato di piscine, palestre o spiagge pubbliche

=la pretesa di avere la fotografia a capo e / o volto parzialmente coperti sui propri

Documenti Identificativi

=la pretesa di essere visitati / curati da personale dello stesso sesso negli ospedali pubblici

= la pretesa di essere identificati solo da Pubblico Ufficiale del medesimo sesso del soggetto

da identificare

=il rifiuto di avere insegnanti di sesso femminile per i figli maschi, in scuole pubbliche

= la pretesa di consentire che certe persone circolino a volto coperto

= la pretesa di avere cimiteri separati e autonomi

=la pretesa di macellare animali in modi e per scopi rituali, al di fuori di ogni regola

veterinaria, igienica, umanitaria e di ordine pubblico

=il rifiuto della monogamia, la pratica della poligamia

=la pretesa di circolare armati giustificata da personali usanze religiose

=la richiesta di depenalizzare, consentire, persino agevolare, mutilazioni rituali - religiose

=il rifiuto di mandare i minori residenti alle scuole italiane d’obbligo

= la pretesa di esonero dall'uso del casco antinfortunistico viaggiando in moto, col pretesto di

dover indossare sempre un turbante per uso religioso

= la pretesa alimentazione di tutti i minori nelle scuole pubbliche in base a unilaterali ricette e

cibi condizionati da particolari usanze religiose estranee all’Italia

=... eccetera ...

 

Che progresso rappresenterebbe per noi tornare alle discriminazioni religiose?

magari dominati da una teocrazia gretta, primitiva, violenta, alla quale forse già si ispirò l'ideologia nazi - fascista e che non è molto diversa dalla tirannia comunista, entrambe responsabili di tragedie spaventose;

tutto questo corrisponde esattamente a ciò che combattiamo;

 

così come vogliamo combattere certe nostre Autorità troppo propense a concedere indebiti favori a dei prepotenti violando le nostre leggi con la scusa di rispettare delle religioni.

 

Stiamo osservando la situazione relativa agli atteggiamenti praticati da parte di Autorità e di Pubbliche Amministrazioni del nostro Stato verso i Musulmani e anche verso gli appartenenti a un'altra religione parimenti estranea alla nostra collettività nazionale: quella dei Sikhindiani.

 

Egregi amici, se Vi risulta, o Vi risulterà, che qualsivoglia Autorità o Amministrazione Pubblica italiana abbia tollerato, consentito, o addirittura incoraggiato situazioni come quelle sopra indicate o altre concettualmente analoghe, Vi preghiamo vivamente di informarci con sollecitudine .

 

Da Cittadini Liberi, potremo svergognare senza pietà innanzi alla pubblica opinione e denunciare alla Magistratura ogni situazione del genere, per ristabilire la legalità ed esigendo di fare pagare ai responsabili ( e ai favoreggiatori ) di tali abusi e discriminazioni che in non pochi casi sono veri e propri reati o comportamenti che ne facilitano poi il commetterne, un carissimo prezzo amministrativo, giudiziario, e poi anche politico (beninteso, solo applicando rigorosamente le Leggi d’Italia) .

 

Speriamo non considererete questo Messaggio troppo prolisso, forma che peraltro complessità e delicatezza dell’argomento in parte richiedono; Vi invitiamo a rifletterci e a guardarVi attorno .

 

Si tratta di Noi, dei Nostri Familiari, del Nostro Paese, del Nostro futuro .

 

 

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post