Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di Confcontribuenti (Sez.Piemonte) e UpL

NORMATIVA U.E. SUI DIRITTI DEI CONSUMATORI ESTESA AGLI ACQUISTI ON LINE.

26 Marzo 2011 , Scritto da Confcontribuenti Piemonte Con tag #ITALIA

Il Parlamento europeo ha votato oggi una serie di importanti emendamenti per migliorare i diritti dei consumatori nell'UE. I voti modificare la proposta della Commissione europea per una nuova direttiva i diritti dei consumatori intende aggiornare e sostituire una serie di quattro leggi esistenti in materia di vendite di beni e servizi business-to-consumer. Ma il voto sul testo complessivo è stato rinviato per tenere aperta la possibilità di un accordo in prima lettura con il Consiglio.

Robert Rochefort (Modem, Francia), che segue la questione per ALDE al mercato interno e la commissione per gli affari (IMCO), evidenzia che le nuove regole renderanno commercio elettronico più sicuro: " Dato che gli acquisti via internet coprono già il 10% del transazioni commerciali in Europa e continuare a crescere, è il momento di armonizzare le varie normative nazionali all'interno dell'UE, a sviluppare la fiducia in una migliore regolamentazione e per alimentare le nostre mercato comune. Con l'adozione del testo, noi semplificare le norme vigenti, incoraggiare le imprese a sviluppare le loro attività cross-border e di adeguare le norme di tutela dei consumatori per il rapido sviluppo del commercio elettronico ".

Le norme comuni per tutti i contratti in linea e fuori dei locali commerciali prevedono il diritto per il consumatore di recedere entro 14 giorni in tutta l'UE e anche che un modulo di recesso modello sarà disponibile per i consumatori per l'uso.

Diana WALLIS (LibDem, Regno Unito), che è responsabile per il parere sulla relazione della commissione per gli affari giuridici, aggiunge: "il voto di oggi segna un altro ostacolo liquidati nel dare maggiore certezza per i consumatori e le imprese commerciali quando transfrontalieri. Naturalmente c'è ancora molto lavoro da fare con il Consiglio e possiamo aspettarci sostanziali concessioni e le modifiche in qualsiasi testo ".

Jürgen CREUTZMANN (FDP, Germania), che è il coordinatore ALDE presso la commissione IMCO, dice: "ALDE insiste tuttavia che alcune rettifiche essere assunto durante i negoziati trilogo a migliorare ulteriormente il testo. La direttiva estende l'obbligo di fornire un elenco completo delle informazioni richieste contrattuali-pre al consumatore anche per le vendite nei negozi offline. Questo è troppo onerosa per gli imprenditori piccoli e non dovrebbero essere regolamentati nel contesto di questa direttiva che soprattutto dovrebbe affrontare vendite a distanza. La proposta di obbligare tutti i commercianti online per fornire tutti i prodotti a tutti gli Stati membri e di rispettare le leggi locali in materia di protezione dei consumatori comporta rischi legali e potrebbero rovinare i piccoli commercianti ".

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post