Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di Confcontribuenti (Sez.Piemonte) e UpL
Post recenti

“CHI EVADE, IN ITALIA E' UN PATRIOTA. MENO TASSE, MENO STATO, PIU' LIBERTA'”!

17 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ITALIA

“CHI EVADE, IN ITALIA E' UN PATRIOTA. MENO TASSE, MENO STATO, PIU' LIBERTA'”!

Sintesi perfetta, questa della seconda manifestazione nazionale ant-tasse, organizzata in quel di VENEZIA, una Venezia splendida e assolata, nella giormata di ieri, dai TEA PARTY cui hanno partecipato e aderito altre associaizoni, come Unione per le Libertà, Movimento Libertario, Italia Confederata, Confcontribuenti, Imprese che Resistono, e mezzo migliaio di persone, giunte da tutta Italia, Bologna, Torino, Roma, Milano, Verona, Padova, Pordenone, Genova, Vercelli, malgrado caldo e il disagio di una trasferta comunque lunga (almeno per i più lontani) e impegnativa (la voglia di andare in gita poteva essere forte.).

Oltre a loro, il Prof. Carlo LOTTIERI, dell'IBL, Leonardo FACCO del Movimento Libertario, anche alcuni parlamentari, come MARTINO, GALAN, STRACQUADANIO, ORSINI, MOLES, tutti sul palco, x ribadire il NO senza appello a questa IMU, palesemente incostituzionale, che mira solo a far cassa e che colpisce, indipendentemente dal reddito, tutti gli italiani, anche su un bene primario e fondamentale, come la prima casa.

Dunque le tasse sono un furto e quando sono inique e troppo alte, evaderle non è un reato, ma legittima difesa, e chi lo fa è un patriota, così Antonio MARTINO sempre brillante e battagliero.

Da ricordare come secondo un sondaggio di UNIMOPRESA, una rete di CAF presente in tutta Italia, il 40% degli italiani non pagherà la prima rata dell'odiosa tassa, forse la più odiosa, sostitutiva dell'ICI e che scade in queste ora., 3 su 5 italiani, quindi, rimanderà il pagamento a fine anno o addirittura lo farà nei prossimi mesi, confortata anche dal fatto delle lievi penali previste, in caso di ritardo (fino al 6% e a pagare e a morire, come si sa...c'è sempre tempo!). E questo è anche quanto suggerito, da mesi, dall'UNIONE per le LIBERTA'.

Se ciò accadrà, verranno a mancare, nelle casse dello Stato, dai 2 agli 8 miliardi dei 21.4 previsti. Un bel salasso. Forse così capiranno, a Roma, che così non va, e cominceranno a ridursi privilegi, ridurre gli sprechi e alienare i gioielli di famiglia.

Un grazie ai “ragazzi” dei TEA PARTY, sempre più agguerriti, ZUCCO, MAZZARELLI, BONAUDI, SARAGOZZA e i tanti altri intervenuti, continuate così, e che la rivoluzione abbia inizio. E'ORA! Il futuro siete Voi, basta coi politicanti, coi tromboni, con le sanguisughe, con i !

ARIA NUOVA, IN POLITICA!

Alla prossima, possibilmente senza più MONTI e tecnici, usurpatori della democrazia, e dissipatori dei nostri risparmi e del frutto del nostro lavoro.

:::::::::

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=447164228635272&set=a.447163138635381.103048.152563391428692&type=1&theater 

E per finire....un bel GRAZIE a Carlo SARAGOZZA in primis, e agli amici del TEA Party di Venezia e veneto, più in generale, per l'organizzazione logistica, nonchè a tutti gli intervenuti e partecipanti, mi sembra doveroso.

Grazie "ragazzi" (magari qualcuno è un po' crsciuto, ma conta lo spirtito, il sentirsi "iovani" dentro, e con tanta voglia di lottare, per cambiare il mondo!), il FUTURO è vostro!

Evito l'elenco per non dimenticare nessuno. Credo che anche per i politici, pochi ma buoni, accalorati il giusto, venuti ad ascoltare, la VOCE della GENTE, dell'Italia più profonda, che è anche la più lontana dai giochi di potere e dal palazzo, nn solo per fare passerella, per una volta, sia stato utile.

Alla prossima, spero a Torino (GIULIA, VITO, vi stanno fischiando le orecchie, vero?)!

UpL è con VOI!

Mostra altro

NO IMU DAY: DOPPIO APPUNTAMENTO. MA NON BASTA....!

14 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ITALIA

wEEK-END ricco, questa settimana, mi ci ficco!

Ben due Manifestazioni Anti_imu: Venezia e Verona!!!

https://www.facebook.com/events/317199041690166/

http://www.ilmondo.it/attualita/2012-06-05/fisco-tosi-17-giugno-sindaci-piazza-verona-contro-imu_26003.shtml

E se non basta siamo pronti a scendere ancora in piazza, fino alla scomparsa di questa TASSA ODIOSA, e alle dimissini di questo Governo di tecnici incapaci.

W L'ITALIA LIBERA, VIVA I RPODUTTORI DI REDDITO, PARTITE IV, LIBERI PROFESSIONI, AUTONOMI, LAVORATORI.

BASTA CATSTE, BASTA PRIVILEGI, NASTA POLITICANTI, BASTA CON LO STATO TIRANNO

RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA LIBERTA': NON PIU' SUDDITI, TORNIAMOM AD ESSERE CITTADINI.

***TUTTI A VENEZIA, TUTTI A VENEZIA! 16.6.2012
(Manifestazione dei TEA PARTY, UNIONE per le LIBERTA' e altri Movimenti e Associaizoni di area Liberale e Libertaria)
***Tutti a VERONA, tutti a VERONA! 17.6.2012 
(Manifestazione AntiI-MU dei Sindaci delle Lega, UpL aderisce)
GOVERNO MONTI A CASA. BASTA SUDDITI, TORNIAMO0 AD ESSERE CITTADINI. RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA LIBERTA'. E CHE LA RIVOLUZIONE ABBIA INIZIO.
........
http://www.antoniomartino.org/ 
Annuncio di Antonio Martino 

"Carissimi amici,
volevo comunicarvi che Sabato 16 Giugno prenderò parte al Tea Party di Venezia! Non mancate!

Antonio
......
LIBERALI D'ITALIA (PER IL MONDO C'E' TEMPO....), UNIAMOCI. 
ORA O MAI PIU'.
BASTA PERSONALISMI, TUTTI ASSIEME PER CAMBIARE, PER DAVVERO, PER SALVARE LA NOSTRA ITALIA DALLE BARBARIE DEI POLITICANTI E DELL'ANTIPOLITICA. DELLE CASTE E DEI PRIVILEGI. 
MENO STATO, MENO FISCO, PIU' CRESCITA ECONOMICA, PIU' LIBERTA'. 
PERCHE' IL FUTURO E' ORA.
CARPE DIEM!
https://www.facebook.com/CostituenteLiberale 
.........
By: Unione per le Libertà
Per la Costituente dei Liberali Italiani
upl@hotmail.it

Mostra altro

IL DOPO FIAT

14 Giugno 2012 , Scritto da Confcontribuenti Piemonte Con tag #TORINO

DA TORINODUEZERO.IT

UN OTTIMO POST DA UN VECCHIO AMICO LIBERALE. ANDREA REALEI. VE LO POSTO, FA RIFLETTERE, AMARAMENTE.

PDF Stampa E-mail
Scritto da Andrea Reali   
Lunedì 11 Giugno 2012 08:10

Questo interrogativo ha ispirato da almeno dieci anni ogni branca della scienza, dalla sociologia all'urbanistica, dalla cultura all'economia e finora era materia buona per fantasticare su scenari visionari tipici di chi non ha mai lavorato in vita sua e che qundi non ha mai conosciuto davvero la realtà. In troppi si sono affrettati ad immaginare un polo turistico e culturale per una Torino che abbracciasse una visione nuova, ove le città "minori" proprio in quanto tali potessero offrire servizi di qualità ed attrattive a misura d'uomo.

Mai nessuno ha creduto davvero che Torino, dopo le sventurate olimpiadi invernali del 2006 che hanno dato la stura alla voragine del debito che la Città ha iniziato a contrarre all'epoca del Toroc nei confronti della Banca Intesa Sanpaolo suo partner privilegiato, potesse divenire una città in grado di vivere di turismo, perchè in fondo la testa dei torinesi è quella che è dunque se non si parla di immobili, di azioni e di amicizie alimentate da interessi comuni, dopo le mummie del museo Egizio e la galleria di Diana alla reggia di Venaria, rimane ben poco di interessante su cui investire energie e chiacchiere da salotto.

Il totale disinteresse in una politica concreta dello sviluppo turistico di Torino è stato dimostrato dal fallimento dell'ultimo albergo 5 stelle lusso di proprietà di storici banditi dell'hotellerie finiti in galera per bancarotta fraudolenta e dopo il Turin Palace oggi anche il Golden Palace non esiste più. Le istituzioni, senza un soldo in cassa, se ne sono ben guardate dal tentare una iniziativa di salvataggio (magari acquistando la struttura) ed ecco fatto !

Tutto andrebbe bene se Torino non avesse una improcrastinabile necessità di pensare ad un suo futuro alternativo : Marchionne ce l'ha fatta ed ha chiuso la Fiat, Mirafiori sta gustando il bastone della CIG anche tra i 5000 colletti bianchi mentre un silenzio mortifico aleggia sulla città in attesa di un altro evento sponsorizzato da qualcuno, che difficilmente arriverà visto che i soldi sono finiti da un pezzo.

Maurizio Pagliassotti, giovane giornalista, ha pubblicato recentemente il libro "Chi comanda Torino" nel quale illustra come l'alternativa alla fabbrica siano il cemento ed il debito : incredibile ma vero, il Comune  di Torino (città più indebitata d'Italia) è primo azionista della Compagnia di San Paolo...proprio Intesa Sanpaolo è il maggior creditore del Comune stesso. Questo potente istituto finanziario alimenta con la sua compiacenza l'investimento su un debito che un giorno i nostri figli dovranno pagare; il territorio come ambiente di speculazione (perchè a Torino ci sono i due magazzini Ikea più grandi d'Italia?).

Mentre l'Italia affonda tra gli applausi, i banchieri e i massoni che lavoravano nella nostra città si sono trasferiti a Palazzo Chigi. Il nostro futuro ora è nascosto nelle tasche interne delle loro grisaglie.

Mostra altro

PER LA COSTITUENTE DEI LIBERALI ITALIANI. Si parte.....!

11 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ITALIA

Da: Carta Libera
Sabato 7 giugno ha avuto luogo a Milano la “Costituente Liberale”
al Palazzo delle Stelline
10 giugno 2012
Di La Redazione

Mente l’Italia sta attraversando una severa fase di recessione economica, il sistema politico formatosi 20 anni fa con la caduta della “prima Repubblica” va rapidamente decomponendosi. Ora più che mai diventa indispensabile per l’Italia realizzare quelle riforme istituzionali, economiche e civili fondate sui valori liberali che sono state ignorate o rinviate. La “Costituente Liberale” intende rappresentare il motore di un processo di aggregazione delle forze liberali presenti, talvolta latenti, sia nella politica che nella società civile per dare loro adeguata visibilità e rappresentanza.

La giornata si è aperta con l’introduzione del sen. Enrico Musso e di Edoardo Croci, animatori dell’iniziativa. Ha fatto seguito una tavola rotonda, moderata dal direttore dell’opinione Arturo Diaconale, sull’attualità delle “ricette liberali” con la partecipazione di Carlo Scognamiglio, presidente onorario dell’Aspen Institute Italia e già presidente del Senato, del giornalista Piero Ostellino, del politologo ed ex ministro Giuliano Urbani dell’economista Ugo Arrigo (IBL) e dell’imprenditore Claudio De Albertis.

Tra i partecipanti l’ex segretario nazionale del PLI e ministro Renato Altissimo, l’europarlamentare Gabriele Albertini, il sen. Antonio Del Pennino gli on. Fabio Gava, Andrea Orsini, Attilio Bastianini, Alessandro Dalla Via e Adriano Teso ed in collegamento video l’on. Benedetto Della Vedova.

Nel corso dell’incontro è stato approvato il “manifesto liberale di Milano”.

La folta e qualificata partecipazione, l’attenzione dei media e l’entusiasmo dei vecchi e nuovi liberali hanno caratterizzato l’incontro. Il primo di una serie, visto che ne sono già stati annunciati diversi sul territorio nazionale. L’appuntamento milanese rappresenta infatti la prima tappa di un percorso aperto di approfondimento, confronto ed innovazione fra tutti coloro che si richiamano ai valori liberali.

Mostra altro

A VENEZIA, MANIFESTAZIONE NAZIONALE ANTI-IMU E ANTI MONTI.

11 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ITALIA

Il 16 giugno i Tea Party con UpL e altre Associazione e Movimenti a Venezia contro Imu e fisco oppressore
scritto da daw

Il Tea Party, il movimento che  combatte contro l’eccessiva tassazione e per promuovere la libertà di mercato, ha organizzato per sabato 16 giugno la seconda manifestazione nazionale che sarà dedicata all’IMU (ma non solo). Aderiscono alla Manifestazione Nazionale, l'Unione per le Libertà, ConfContribuenti Piemonte, il Presidio Liberale Città di Torino Luigi EINAUDI, Risorgimento Liberale_Liberali nel PdL,  altri Movimenti e Associazioni,  unite dal minimo comune denominatore dell'avvversione a questo Stato oppressivo, al Fisco semopre più tiranno e dissipatore di altrui ricchezze, il frutto del lavoro quotidiano di imprenditori, partite Iva, lavoratori.

Si terrà a Venezia, in campo S. Geremia (500 mt a sinistra del Piazzale della Stazione Centrale), in una data simbolo: il 16 giugno è infatti il termine di pagamento della prima rata dell’Imu.

In un momento nel quale la pressione fiscale è alle stelle, e sembra non esistere altra ricetta che la continua tassazione, i ragazzi e le ragazze del Tea Party rappresentano l’unica speranza per ascoltare qualcosa di autenticamente liberale.

Spiega Carlo Lottieri:

L’incontro veneziano del Tea Party (No Imu Day) punta a fare affluire nel capoluogo veneto il maggior numero di persone disposte a manifestare, tanto pacificamente quanto convintamente, contro il problema cruciale della nostra società: il peso insopportabile dello Stato e, in particolare, il carattere oppressivo della pressione fiscale.

 La scelta del Veneto non deve essere stata casuale, se si considera che questa è l’area in cui più alto è il numero delle imprese che chiudono i battenti, degli imprenditori che si suicidano, delle aziende che si trasferiscono fuori dai confini (in Carinzia, ad esempio).

Il punto di raccolta dei manifestanti sarà – sabato 16 giugno, alle ore 14.30 – lo spazio del Campo San Geremia e la speranza degli organizzatori è che lì possa affluire un gran numero di persone determinate a protestare contro una politica, che ormai dura da decenni, volta sempre e solo a penalizzare la parte produttiva e a premiare quanti vivono di Stato e prebende pubbliche.

È chiara anche l’intenzione di porre al centro del dibattito politico di un Paese allo sbando – dove il primo partito è quello del “non voto” e la novità del giorno quell’altra versione del “non voto” che va sotto il nome di Beppe Grillo – i temi della libertà individuale, della lotta al fiscalismo, della tutela dei diritti dei singoli.
C’è molto fermento – nella rete e fuori di essa – da parte di quanti in questi ultimi due anni hanno animato la versione italiana del Tea Party…”

Più Tea Party, meno Stato: noi ci mettiamo subito la firma.

Mostra altro

2012: TROPPE TASSE, E L'ITALIA E' IN GINOCCHIO.

5 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ECONOMIA

DA: ADNS KRONOS.

 L'eccessivo peso della pressione fiscale rischia di comportare ''impulsi recessivi'' nell'economia reale, creando cosi' un ''pericolo di avvitamento''. E' il richiamo contenuto nella Rapporto 2012 della Corte dei Conti sul coordinamento della finanza pubblica, presentato al Parlamento. Pericolo che ''deve essere attentamento monitorato, disinnescando il circolo vizioso in cui si potrebbe rimanere intrappolati''.

 


Sistemi Legali per "Non Pagare" i Debiti quando Non Riesci a Pagare!

Proteggi la tua Casa e i tuoi Cari. con un Allarme di Sicurezza!

 

Con l'inasprimento della crisi e delle tensioni sui mercati, nel corso del 2011, ''la logica emergenziale - sottolinea la magistratura contabile - ha ripreso inevitabilmente il sopravvento, imprimendo una direzione diversa alla manovra di finanza pubblica: gli interventi correttivi decisi nell'estate presentano la caratteristica evidente di concentrarsi sulle entrate, a cui e' legato il reperimento di oltre due terzi delle maggiori risorse di bilancio''.

 

 

Nello scorso dicembre, poi, il Governo ''rafforzava le dimensioni dell'intervento correttivo, aggiungendo misure integrative di correzione e confermando il ricorso prevalente alla leva tributaria per l'intero orizzonte programmatico. La scelta di accentuare la manovra dal lato delle entrate pubbliche risponde, evidentemente, all'esigenza - prosegue la Corte - di assicurare il pareggio di bilancio gia' nel 2013 in un contesto reso piu' difficile dalla crisi finanziaria e dai rischi circa la sostenibilita' del debito dei paesi europei piu' esposti. Nei fatti, l'aumento discrezionale della pressione fiscale contrasta la caduta del gettito provocata dalla perdita permanente di prodotto''.

 

 

''La controindicazione - evidenzia la Corte dei Conti - di questa scelta, gia' richiamata dalla corte in altre occasioni, sta negli impulsi recessivi, del resto riconosciuti e quantificati nello stesso Def 2012-2015, che una maggiore imposizione trasmette all'economia reale, dunque nel rischio che un ulteriore rallentamento dell'economia allontani il conseguimento degli stessi obiettivi di gettito''. I magistrati contabili sollecitano, dunque, la necessita' di ''incidere sui fattori che bloccano la crescita, per recuperare, ma solo grazie a maggiori incrementi del pil, il gettito mancante''.

 

 

Per una crescita piu' elevata - suggerisce quindi la magistratura contabile, e' necessario ridurre il debito, da realizzare attraverso la dismissione di quote importanti del patrimonio pubblico.

 

 

Il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, esorta a puntare sulla lotta all'evasione, elusione ed erosione fiscale per il riequilibrio del sistema di prelievo. ''Sostanzialmente esauriti i margini finora offerti dalle entrate volontarie, a cominciare da quelle per giochi, e dall'efficientamento dell'attivita' di riscossione, si rafforzano, pertanto, le ragioni -argomenta Giampaolino nel Rapporto 2012 sul coordinamento della finanza publica - per puntare sulla soluzione dell'ampliamento della base imponibile, assegnando alla lotta all'evasione ed all'elusione e al ridimensionamento dell'erosione il compito di assicurare margini consistenti per un riequilibrio del sistema di prelievi al fine poter almeno in parte conciliare rigore, equita' e crescita''.

 

 

''L'evasione fiscale resta una piaga pesante per il sistema tributario e per l'economia del nostro paese'' sottolinea la Corte dei conti. Tra 2007 e 2009 si registra un tasso di evasione al 29,3% nel caso dell'Iva e al 19,4% per l'Irap, con un vuoto di gettito di oltre 46 miliardi all'anno.

 

 

A livello territoriale il sud e le isole, si legge nel rapporto, si presentano come le aree a piu' alto tasso di evasione (40,1% l'Iva e 29,4% Irap), a fronte di una ''devianza'' pressoche' dimezzata nel nord del Paese. Le differenze si invertono, se invece si guarda ai valori assoluti: il grosso dell'evasione si concentra nelle aree (Nord Ovest e Nord Est) in cui si realizza la quota piu' rilevante del volume d'affari e del reddito del nostro paese.

 

 

 

 

Resta poi il punto dolente della sanità. "I percorsi di rientro della spesa sanitaria hanno presentato contraddizioni e criticita', evidenziate dai frequenti episodi di corruzione a danno della collettivita''' si legge nel Rapporto 2012 della Corte dei conti sul coordinamento della finanza pubblica.

 

 

Il settore sanitario ha fatto dei ''progressi evidenti'' ma continua a presentare ''fenomeni di inappropriatezza organizzativa e gestionale che opportunamente ne fanno un ricorrente oggetto di attenzione ai fini dei programmi di tagli si spesa'', spiega la magistratura contabile. I precorsi di rientro ''sono stati postiviamente sperimentati in questi anni, seppur non senza contraddizioni e criticita'''.

 

 

Gli ulteriori interventi per il rientro della spesa sanitaria, avverte la Corte dei conti, devono essere ''definiti e attuati in modo da non indebolire un sistema di governance di cui e' stata avviata la costruzione e che si e' rivelato l'elemento, ad un tempo piu' strategico e piu' fragile, nel percorso di riequilibrio del settore''.
Mostra altro

2013: CI SIAMO.......!

5 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ITALIA

Anche nel Centro-Destra, x stare dietro al fenomeno GRILLO (che non porta da nessuna parte!), esplode la voglia di Liste Civiche: PIAZZA PULITA, L'ALTRA ITALIA....a quando l'OMINO BIANCO che diventa TRICOLORE?

Beh, e se cominciassimo a lavorare per un'ipotesi che veda i LIBERALI ITALIANI bttersi per "ANTONIO MARTINO (o OSCAR GIANNINO) 4 PRESIDENT", pochi punti programmatici, assolutamente condivisibili,  STATO MINIMO (FLAT TAX), TAGLIO DELLA SPESA PUBBLICA E DEI TANTI, TROPPI PRIVILEGI DELLE "CASTE" (POLITICA in PRIMIS) e DIRITTI CIVILI.

PER L'ITALIA LIBERALE, LIBERISTA, LIBERTARIA. 

VERO, MARTINO non è  GIOVANISSIMO, MA POTREBBE GUIDARE per DAVVERO TUTTO CIO'.

 Oscar GIANNINO, forse, SAREBBE PERFETTO, anche ANAGRAFICAMENTE PARLANDO.

CHI CI STA?

UNIAMOCI e  LOTTIAMO PER la VERA RIVOLUZIONE LIBERALE. 

Riappropriamoci della "piazza", basta con l0'essere commentatori della realtà, magari solo sul web, torniamo ad essere PROTAGONISTI.

Una RIVOLUZIONE epocale, da FARE OLTRE i PARTITI, OLTRE questi PARTITI. 

Per tornare a fare POLITICA. Basta "politicanti" e i "nominati".

PER la NUOVA ITALIA, DALLA PARTE della GENTE, DALLA PARTE dei CITTADINI. 

COME PRESENTARSI ALLE ELEZIONI, CON QUALE NOME E QUALE SIMBOLO? 

IO SAREI PER UNA LISTA CIVICA NAZIONALE:

"NO TAX PARTY - STATO MINIMO&DIRITTI CIVILI".

Ma occorre muoversi....il 2013 è già DOMANI, anzi IERI!

L'Unione per le Libertà è pronta e in prima fila. 

A dare il proprio contributo. E voi?

upl@hotmail.it

Mostra altro

Nuova scossa di teremoto in emilia: la mobilitazione continua.

3 Giugno 2012 , Scritto da UPL GAL PAL Con tag #ITALIA

IN QUESTO MOMENTO, DI NUOVA EMERGENZA TERREMOTO,NUOVA SCOSSA DI 5.1. DI MAGNITUDO, AVVERTITA IN TUTTO IL CENTRO NORD ITALIA, POCHI MINUTI FA, MI PIACEREBBE CHE ANCHE FB FOSSE UN PO MENO EFFIMERO E PIU' SOLIDALE. IDEM PER TUTTO IL RESTO DELLE NS.AZIONI.


AL MOMENTO HO DIFFICOLTA' DI COLLEGAMENTO, SE FARETE GIRARE, VE NE SAREI GRATO DAVVERO.

 

MENO SERATE, MENO DIBATTITI POLITICI, PIU' SOLIDARIETA'!
CHI CI STA? APPELLO A TUTTI GLI ORGANIZZATORI! GRAZIE.
....
CONDIVIDETE TUTTI SU TUTTE LE VS.BACHECHE E GRUPPI, SUI VS. SOCIAL NETWORK.. GRAZIE, DAVVERO, DI CUORE..

Mostra altro

SOLIDARIETA' "LIBERALE" ALLE VITTIME DEL TERREMOTO IN EMILIA. Un impegno concreto.

3 Giugno 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #TORINO

***Iniziativa di accoglienza dei terremotati dell' Emilia***

LIBERALI DAL CUORE GRANDE E SOLIDALE. UN GRAZIE DAVVERO FORTE E SENTITO ALL'AMICO  PIETRO STEFANI!

Il Partito Liberale Italiano dell’Emilia Romagna, per iniziativa del segretario provinciale di Modena Pietro Stefani, mette a disposizione dei terremotati l’ostello della gioventù di Frassinoro, con circa 60 posti letto. La struttura si trova sull’Appennino modenese ed è pronta ad accogliere gli sfollati. Per informazioni gli interessati o le autorità di protezione civile possono chiamare il num. di tel.             347 7662239       o mandare una email a stefani.pietro@tiscali.it . Con questa iniziativa il PLI vuole dimostrare solidarietà alle popolazioni colpite e fare un gesto concreto in favore di chi ha perso la casa, o l’ha al momento inagibile e desidera una sistemazione alternativa alla tendopoli.

Denominazione della struttura: “LE PERDELLE”; Indirizzo Via Chiesa s.n.c Fontanaluccia di Frassinoro (MO); Contatto telefonico Pietro Stefani cel.3477662239 (mail: stefani.pietro@tiscali.it). Composizione dell’ostello: una struttura in sasso già denominata Ospedale dei Partigiani della linea Gotica composta da 3 bagni, una cucina professionale per 40/50 persone, tre camere da letto con all’interno 12 posti letto. Cinque bungalow in struttura in legno (già in uso alla protezione civile), composta da bagno e due stanze con all’interno 6 posti letto per ogni bungalow. Un salone da pranzo per 100 posti. Altitudine 850 s.m. sull’Appennino modenese tra le provincie di Modena e Reggio Emilia e con distanza Km. 60 da Modena e altrettanti da Reggio Emilia. 

E’ una struttura con tutte le autorizzazione sanitarie ecc. ecc.. 

La gestione e dell’Associazione di Promozione Sociale “Un mondo diverso”.

Fate girare e condividete.

Mostra altro

NO MONTI DAY! 10.6.FIACCOLATA SOLIDARIETA' FAMIGLIE SUICIDATI

31 Maggio 2012 , Scritto da UpL Gal.Pal Con tag #ITALIA

 
10.6.2012: 
in ogni capoluogo di regione, organizziamo una
"Fiaccolata di Protesta"
contro il governo Monti che genera suicidi mettendo alle strette la povera gente. 
e solidarietà con le famiglie delle vittime.
Ogni ente di regione interessato a tale iniziativa si organizzi rispettando la data e l'orario di inizio manifestazione, sono invitati a partecipare i comuni di tutte le regioni, le associazioni e i movimenti, i Uomini e Donne di buona volontà.

Per far si che tale evento abbia un buon proposito abbiamo bisogno della tua collaborazione, per ciò ti invito a condividere e suggerire l'evento stesso a i tuoi contatti Facebook, cliccando il link quì sotto,   grazie.

https://www.facebook.com/events/404205036291456/ 

Basta con i suicidi è ora di agire!
--------------------------
---------------------------------
Dovete impersonare il cambiamento che volete vedere nel mondo
(Mahatma Gandhi)
-----------------------------------------------------------
NON SI SALVA L'ITALIA SUICIDANDO GLI ITALIANI!
L'Unione per le Libertà invita tutti gli italiani alla MOBILITAZIONE.
Basta con questa politica, basta con qusti politici.

FORMATTIAMO LA CLASSE POLITICA TUTTA E L'ITALIA RISORGERA'!
____________________________________________
ALLE ORE 22, DEL 10.6.2012 SUOL DAVANZALE DI OGNI FINESTRA ACCENDIAMO UNA CANDELA, FAI GIRARE IL MESSAGGIO.
____________________________________________
PROSSIMAMENTE MAGGIORI DETTAGLI OPERATIVI.
Mostra altro
<< < 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 30 > >>